Edgar – April 2008

Fra i pochi tenori spinti di primo piano, Giordani è particolarmente adatto al ruolo di Edgar, un ruolo che cantava per la prima volta. Una voce di stile italiano squillante è indispensabile per elevarsi al di sopra delle dense orchestrazioni, e Giordani ha squillo in abbondanza. Si è guadagnato un applauso fragoroso per l’aria del secondo atto “Orgia, chimera dall’occhio vitreo.”
– Ronald Blum, Associated Press – 14 aprile 2008

A cantare il ruolo [di Edgar] è stato Marcello Giordani, il tenore italiano che ha appena completato una serie di repliche dell’Ernani di Verdi. In Edgar, egli era tutto ciò per cui e’ celebrato: virile, ardito, e tipicamente italiano. Era un atleta tenorile. Può introdurre un singhiozzo nella sua voce, ed un canto nel suo cuore – e tutto questo l’ha fatto…. ha dato prova di essere l’articolo autentico – un vero tenore italiano.
– Jay Nordlinger, The New York Sun – 15 april 2008

Con la sua emissione appassionata e le note alte solide e squillanti, il tenore Marcello Giordani ha investito il ruolo del protagonista di una nobiltà che il suo creatore aveva mancato di conferirgli.
– Steve Smith, The New York Times – 15 aprile 2008

apr 13, 2008